“Berlusconi Mafioso” e “Chiesa una Setta”: lo diceva la Lega.

E’ vero che solo gli stupidi non cambiano mai idea, ma questo cambio mi pare parecchio strumentate ed ambiguo.

Con Berlusconi la Lega Nord aveva proposto 11 Domande del tutto intonate, se non peggiori, alle 10 fatte da Repubblica con l’unica solenne accusa: BERLUSCONI MAFIOSO. (foto a Fianco)

Contro il Vaticano Bossi aveva tuonato: “Chiesa Cattolica una Setta” e che “Il Vaticano è il vero nemico delle Camice Verdi”. (Immagine in fondo all’articolo)

Forse la Lega, che a questo punto era partita bene, antiberlusconiana e anticlericale, ora potrebbe essersi fatta corrompere dal potere e dai compromessi… con un Ministro Maroni servetto del Silvio e con Cota che insorge contro la pillola abortiva per compiacere la chiesa ed i voti dei cristiani, il quadro mi sembra chiaro. Gli stessi credenti poi che per l’aborto s’indignano ma per l’immigrato s’incazzano. Quell’immigrato che dovrebbe rappresentare l’amato prossimo e come tale dovrebbe essere accolto e sfamato.

Sono perplesso. Sospetto che quel 30% di voti che ha preso la Lega non vengano più da quel radicamento sul territorio, da quel legame con l’ambiente, da quella voglia sana di federalismo e di ordine e semplificazione o anche da quella voglia di giustizia sociale; ma vengano invece dall’opportunismo e dalla speculazione sulla paura del diverso (immigrato). Non vorrei che il cuore verde della Lega si sia lasciato corrompere dal cuore avvelenato del PDL. Vi ricordate no? Chi va con lo zoppo…

2 Commenti a ““Berlusconi Mafioso” e “Chiesa una Setta”: lo diceva la Lega.”

  • Alessia:

    Il problema dell’Italia di oggi è quello di essere un paese retrogrado-conservatore, troppo legato a ciò che la Chiesa ha sempre decantato nei secoli, la cosa peggiore è che i politici conoscono questo lato debole del cittadino e di coseguenza se ne approfittano per accaparrarsi voti. I politici ormai giocano a fare i “salvatori d’anime” andando contro all’aborto e alla pillola abortiva, ma la cosa che l’italiano (paolotto) non capisce è che le persone che incitano queste proteste sono solo degli arrivisti ipocriti a cui non importa se le donne poi vanno ad abortire negli scantinati abusivi, sono uomini che organizzano “Family day” anche se non sanno nemmeno cosa voglia dire tenere insieme una famiglia.
    L’italiano dovrebbe iniziare a pensare con la prorpia testa seguando l’evolversi delle cose.

Lascia un Commento