Archivio di luglio 2010

Expo 2015? Un business sempre per i soliti.

….ed i soliti non siamo noi! Le economie locali, i piccoli imprenditori, la gente normale, non godrà di molti vantaggi portati dall’EXPO. Si ritroverà giusto un po’ più di cemento nelle sempre meno verdi campagne del proprio paesello e magari qualche nuovo super albergo o mega centro commerciale che darà il colpo di grazia all’economica locale. L’Italia è divisa in due. Da una parte ci sono i lavoratori normali che da piccoli imprenditori, o come dipendenti di questi ultimi, cercano con gli artigli di stare sul mercato facendosi un culo a capanna. Dall’altra ci sono gli amministratori delegati con i quattrini che arrivano con cemento e pubblicità, che cercando di vendersi come i salvatori rifilando contratti a termine ai nostri giovani laureati per 800 euro al mese! E tutto questo cash poi… da dove arriva?!

Questo video vi aiuterà a capire meglio

Ecco il testo del video:

Intervista a Luca Trada portavoce di No Expo.it:

Luca Trada: “Mi chiamo Luca, sono uno dei portavoce del Comitato No Expo, questa rete di soggetti vari: associazioni, comitati, centri sociali, singoli abitanti di questi territori che 3 anni fa si è messo in moto per osteggiare prima la candidatura di Milano Expo 2015 e che oggi cerca di portare avanti in questa città questa difficile battaglia di resistenza, di contrasto rispetto a questo grande evento da più parti disegnato come l’occasione salvifica per il futuro di questa città.”

A chi serve l’Expo 2015
Nonostante Expo sia stato assegnato a Milano crediamo che ci sia la necessità di mobilitarsi per provare a mettere tanti granellini di Leggi il resto di questo articolo »

IlFattoQuotidiano.it : perchè per avere un’opinione è basilare conoscere i FATTI

L’informazione e la comunicazione sono tutto. Oggi la partita si gioca qui, ancora più che sui contenuti o sulle idee. Chi ha più potere di fuoco, più potere di disinformare, di portare l’acqua al proprio mulino, vince. Infatti il nostro premier ha giornali e televisioni a volontà e con questi diffonde opinioni su opinioni, i fatti invece raramente sono chiari al cittadino.

Ma oggi è nato un nuovo portale on line che farà la differenza, sarà il volano del cambiamento… secondo me.

Per due motivi: non ha padroni (è finanziato dagli abbonamenti e da chi lo scrive) e non è schierato politicamente (non riceve finanziamenti pubblici)

WWW.ILFATTOQUOTIDIANO.IT

E’ un giornale che diffonde i fatti, prima delle opinioni. Sarà il cittadino poi a decidere come pensarla. Ma bando alle chiacchiere, leggetevi un paio di titoli qui sotto e respirerete un paio di boccate d’aria di vero giornalismo.