Archivio di gennaio 2012

Cemento sui Denti: grandi iniziative a Mesero contro la speculazione ed il consumo di suolo

Sabato 28 Gennaio 2012, Centro di Via Piave, Mesero

  • Questionario con punti di raccolta negli esercizi commerciali
  • Mostra fotografica dedicata agli eco-mostri della nostra zona
  • Dibattito in cui interverranno: Damiano di Simine ( Legambiente), Domenico Finiguerra del Movimento Stop al Consumo di Suolo, Roberto Oldani del Fondo Ambiente Italiano, Fabio Prina consigliere indipendente a Mesero.
  • Cena Bio su prenotazione (Menu e contatti)
  • Spettacolo Teatrale ” Lo stato d’assedio” dedicato a NO EXPO
  • Musica in chiusura con “The unplagged and undragged”

Ecco come il sito di riferimento, www.meserotua.it, descrive l’evento…

350.000 mq di capannoni e cemento, equivalenti a 50 campi da calcio, stanno per piombare sul piccolo Comune di Mesero. Casa nostra. Un progetto venduto come l’affare che permetterà all’amministrazione di trovare i soldi per costruire la nuova scuola elementare. Un progetto nato con numeri rotondi, certi nella quantità, ma discutibili nel metodo. Non esiste infatti un progetto preliminare della scuola (approfondisci), non si sa neanche dove andrà fatta, se verrà  ampliata,  se manca solo una palestra o come crescerà la popolazione meserese, ecc… L’unica cosa certa è l’immane quantità di suolo che andrà perso per sempre, in un momento di crisi economica dove il suolo torna ad avere un’importanza centrale.

Per questo, ma non solo, un gruppo di cittadini si è mobilitato per portare all’attenzione dei Meseresi,  questo mega progetto dalle fondamenta d’argilla.. Cittadini Meseresi che sono stati lasciati in pasto alle voci di paese, alle supposizioni, alle dicerie, alle strumentalizzazione di una parte o dell’altra, in balia insomma, di una malsana informazione.

Cemento sui denti è anche questionario. Gli organizzatori  vedono infatti nella partecipazione popolare, civica e volontaristica, l’unica strada da percorrere per uscire da questo momento buio della politica, dell’economia e dell’uomo stesso: leggi la dichiarazione sul volantino.

www.meserotua.it

La politica come Wikipedia…

Partendo dal presupposto che la politica decide di tutto, limita o agevola la tua vita, farcisce l'educazione di tuo figlio, allevia o aggrava la tua salute fisica e mentale…. Perso atto quindi che TUTTI dovremmo masticare di politica, perchè è un dovere informarsi, un dovere partecipare, un dovere controllare…. ecc….

Se la politica funzionasse come wikipedia,  ci sarebbe in più molta speranza di quella che si respira oggi.

Ne volete una prova?

Leggete l'appello di Jimmy Wales, il fondatore di Wikipedia, e …..

 

Gentile Fabio,

La tua donazione ha mantenuto Wikipedia sul web lo scorso anno, e se per te va bene, quest'anno vorrei chiederti di farla di nuovo.

Clicca qui per effettuare una donazione sicura di 10€ proprio ora.

Google ha quasi un milione di server. Yahoo ha qualcosa come 13.000 dipendenti. Noi abbiamo 400 server e solo 73 dipendenti.

Wikipedia e i suoi progetti fratelli si collocano tra i cinque siti web più visitati al mondo e ogni mese vengono utilizzati da più di 454 milioni di persone, con miliardi di pagine visualizzate.

Il commercio è una cosa buona. Fare pubblicità non è sbagliato. Ma qui, nei progetti Wikimedia, è fuori luogo.

Wikipedia è qualcosa di speciale. È come una biblioteca o un parco pubblico. È come un tempio per la mente. È un luogo nel quale tutti noi possiamo andare a pensare, imparare, condividere la nostra conoscenza con gli altri.

Quando ho fondato la Wikimedia Foundation, avrei potuto renderla una società a scopo di lucro inserendo della pubblicità, ma non è stato così, volevo fare qualcosa di diverso. Abbiamo lavorato sodo per anni per mantenere il sito snello e senza fronzoli ottenendo buoni risultati. Rispettiamo i nostri obiettivi e lasciamo gli interessi ad altri.

Se ogni persona che legge questo messaggio donasse 10€, basterebbe un solo giorno di donazioni l'anno. Non tutti hanno la possibilità o la volontà di donare, e questo non è un problema. Ogni anno il numero di persone che compie una donazione si rivela sufficiente.

Quest'anno, per favore, prendi in considerazione l'idea di donare 10€, 20€, 50€ o quanto puoi, per proteggere e sostenere i progetti Wikimedia.

Grazie,
Jimmy Wales

…e non avete colto, tra queste righe, una brezzolina di speranza?

Sosteniamoci ha donato, come ogni anno!

Fallo anche tu, il sapere è la prima arma per sconfiggere le diseguaglianze! (Anche quelle tra manager milionario e operaio stagista sottopagato….)