Salviamo il paesaggio con il censimento degli stabili vuoti.

Paolo Pileri, docente del Politecnico di Milano:

“La mancanza di dati affidabili e aggiornati sugli usi del suolo impedisce alla politica di vedere la gravità del fenomeno e di correre ai ripari” … “per capirci, è come se si volesse contrastare l’inquinamento senza disporre di una rete di rilevamento della qualità dell’aria”.

Roberto Della Seta, senatore Pd e membro della Commissione Territorio e Ambiente

“Il campionamento non è omogeneo, ma i dati in nostro possesso bastano e avanzano per dimostrarlo. C’è una contraddizione evidente: siamo in recessione demografica, al di là del contributo degli immigrati e in grave crisi economica, eppure non si smette mai di costruire.
Poche righe per spiegare in modo molto convincente, come sia necessario che tutti i comuni si attrezzino e realizzino questo semplice ma utile strumento: il censimento degli stabili vuoti presenti sul proprio territorio, siano essi abitazioni sfitte, e fatiscenti, ma anche ditte, vecchie cascine ecc… Questa è la grande iniziativa messa in piedi dal Forum Nazionale di  Salviamo il Paesaggio!

Nel mio piccolo, ho sottoposto la questione al vaglio del consiglio comunale di Mesero. Ecco l’articolo nel dettaglio: Protocollata Mozione per ottenere un Censimento degli Stabili Vuoti! (direttamente da Meserotua.it)

Lascia un Commento