Clicca per Capire

Questo documentario “Zeitgeist: Addendum” mi ha lasciato un segno dentro! Non aggiungo altro: GUARDATELO!

 

Quella pubblicata qui sopra è una versione “short” del documentario… se vuoi approfondire soprattutto la parte sulla Finanza e sugli intrighi internazionali, clicca qui per la la versione COMPLETA!

 

Se questo documentario ti ha colpito ed emozionato, clicca qui sotto per condividerlo su FACEBOOK, oppure manda il link della pagina via mail ai tuoi contatti. Così facendo, aiuterai anche tu con un gesto semplice, gratuito ma prezioso, alla diffusione :)

4 Commenti a “Clicca per Capire”

  • Bichara Kass:

    Ottime idee per un mondo migliore.Non credo pero che l’umanita possa essere felice pensando alla vita che si esaurisce nell’immanente e il tangibile,oltre al fatto che l’esistenza del “rischio” di una punizione divina ,del male commesso in vita , è un deterrente inespensabile anche se non impedisce il male (piu o meno definito) figuriamoci senza.
    Per me , combattere il sentimento religioso mette l’umanita in conflitto ancor piu grave di quello causato dal maledetto profitto e apre scenari apocalittici.Piuttosto interloquire con i credenti per trovare soluzioni per la vita comune di credenti e non , a mio modo di vedere , è piu lungimirante;trovare un terreno comune è la strada giusta senza eccessi e fanatismi da una parte e dall’altra.La chiave è la TOLLERANZA di visioni differenti.
    dell’esistenza.L’oiettivo comune dovrebbe essere DIMENUIRE SEMPRE DI PIU LE INGIUSTIZIE (piu o meno difenite).Non sono solo pie idee ma una strada si non facile ma penso indispensabile.
    Questa è la mia visione che credo giusta che sicuramente passibile di miglioramenti ed è aperta al contributo degli altri..
    IL macro conflitto tra credenti e non , penso sia sbagliatissimo , lecito invece è il micro conflitto (o meglio il dibattimento) su situazioni contingenti comuni a tutti.
    Spero che questo tentativo vostro abbia sempre piu successo e piu adesioni

  • Fabio Prina:

    Nessuno impedisce ai credenti di credere e pregare come nella mia ottica nessuno impedisce all’amico di fumare pur sapendo che fa male. Ci mancherebbe. Questo significa libertà e tolleranza no?
    La critica forte alla religione presente in questo video penso sia riferita al fatto che mancano informazioni e dibattito su questi argomenti. Dal mio punto di vista, un cittadino ha il diritto di essere informato sia di cosa pensa la religione, sia dei fatti che dimostrano che probabilmente sia la religione stessa un condizionamento ed una superstizione. Il cittadino poi deciderà seguendo la sua coscienza. Ascoltare o solo una o solo l’altra campana, sarebbe sbagliato. Oggi la campana della religione è ancora potentissima.

  • rocco:

    ciao.da qualche tempo guardo i video su youtube di zeitgeist.Tutto quello che ho visto,finora mi ha fatto molto riflettere e mi son piaciuti anche tutte le varie evoluzioni del documentario.molto dettagliate,curate,etc…Mi sento uno schiavo;questi video non so se li guardo per darmi forza e combattere contro qualcosa e convincermi che il modo di vivere che ho-abbiamo impostato è sbagliato,oppure per non so quale altra ragione.Poi vorrei gridare al mondo intero:"ehi!?siete tutti fuori?non vedete come ci trattano?"e mi vengono in mente frasi come:diamoci una svegliata-siamo più forti di quanto crediamo-il mondo è di tutti-libertà-usiamo la tecnologia.Mi vengono in mente Leonida,William Wallace,e tutti quei personaggi che si sono opposti al sistema,che non hanno avuto paura di morire per i loro ideali,l'onore,il rispetto,etc…Ora la gente venera i vip,solo perchè sono al di là dello schermo;adula quella gentaglia del grande fratello che svende la propria intimità per 4 soldi,che si rende ridicola per cosa?è un mondo che vorrei salvare,ovvio non si può da soli!ma come allora?il progetto Venus è un ottimo progetto,che però potrebbe essere una  soluzione,dopo un'adeguata e dovuta rivoluzione.Mi piace citare una frase di Tupac:"Puoi fermare un rivoluzionario,ma non una Rivoluzione!"

  • Giuseppe:

    Questo filmato è terribile, e terribilmente realistico; esso, e l'intera serie ZEITGEIST, ha colmato una serie di spazi grigi di una realtà che avevo già compreso da anni nelle sue linee generali ma non in certi dettagli che non potevo conoscere, perché necessiterebbe una cultura estremamente ampia ed eclettica che non posseggo, non a questi livelli.
    Non posso che diffondere, e sperare che finalmente la gente si svegli, e capisca: la storia dell'umanità è stata un rincorrersi di mostruosità, sempre e comunque determinate da avidità ed arrivismo di pochi, a danno di molti che però hanno ed hanno avuto la colpa di farsi condizionare.
    Jacopo Fo spiega, nei passaggi di alcuni suoi video, quelli che erano i principi regolatori ancestrali dell'uomo: senza possesso, senza denaro; allo stato attuale è certamente una magnifica utopia, e tuttavia bisognerà fermarsi, prima o poi: il capitalismo è basato su una continua crescita, impossibile nei fatti perchè il pianeta ha un limite di grandezza e le risorse un limite di durata; entrambi i limiti non si possono superare, mentre noi lo stiamo facendo: siamo 7 miliardi di individui, cresciuti di 6 miliardi negli ultimi 100 anni, abbiamo devastato e creato danni irreversibili, e le conseguenze saranno nefaste se non si troveranno nuove teorie economiche che escludano, appunto, la crescita e quindi l'arricchimento; o ci arriveremo volontariamente, o ci arriveremo per forza, per autodistruzione e sta a noi scegliere, adesso.
    L'unica frase che posso condividere con gli economisti è "non c'è più tempo" , per il resto loro si regolano secondo il principio "chi magna depreda"… chi comanda, ruba…. e l'appetito è direttamente proporzionale a quel che rubano, senza fine; questo modello ci è stato spacciato per vincente, ma non lo è perchè stiamo perdendo tutti.
     
                 Giuseppe

Lascia un Commento